homeless Madrid, margini al centro

Come ho già scritto, a dicembre mi sono concessa dieci giorni di vacanza a Madrid. Oggi vi voglio raccontare dell’ultimo sabato passato lì e di quello che mi ha colpito di più: i margini al centro di Madrid.

Prima di tutto: quando si va in vacanza, soprattutto se si va in una grande città piena di splendidi edifici e musei, si cercano le cose belle da guardare, ammirare, fotografare… si cercano le cose particolari, curiose, simpatiche o buffe. E non è difficile trovare tutto questo, c’è solo l’imbarazzo della scelta. A colpirmi di più in quell’ultimo giorno madrileno, però, sono stati i margini; i margini al centro di Madrid. In copertina potete vedere un signore che dormiva per terra.margini al centro, volontari madrid

Qui a fianco un gruppo di ragazzi, appartenenti ad un’associazione di volontariato, che hanno percorso tutta la lunghissima strada, fermandosi a parlare con tutti gli homeless, dando loro del cibo,
registrando le loro storie ed ascoltando le loro esigenze.

margini al centro, statua spazzino Madrid

E ancora alcuni “uomini-statua”, come li ho chiamati io: persone che si mascherano e restano tutto il giorno immobili in quella posizione: ed ecco quindi lo spazzino, in onore della statua relativa, o lo skater in equilibrio su una mano sopra una consistente serie di oggetti.

E poi la manifestazione degli animalisti, che sono rimasti a lungo fermi, nel flash-mob che potete vedere qui a fianco, organizzato per denunciare le violenze nei confronti degli animali.

margini al centro, animalisti Madrid

Insomma, i margini e la marginalità ci sono anche a Madrid, è indubbio, ma ho avuto un’impressione di maggior libertà, per così dire, senza assurde delibere rivolte a coloro che chiedono l’elemosina o sono artisti di strada. E non è che la polizia manchi, anzi, è molto presente, a piedi, in auto e a cavallo ed ho anche assistito a un loro intervento nei confronti di una delle persone che chiedevano l’elemosina, ma ho comunque avuto l’impressione di una maggior accettazione dei margini al centro.

Stazione di Atocha, Madrid

Atocha: la magia di un giardino tropicale all’interno di una stazione. In dicembre ho passato qualche giorno di vacanza a Madrid e volevo raccontarvi della bella scoperta fatta alla stazione di Atocha. Mai avrei immaginato un giardino tropicale all’interno di una stazione. E invece a Madrid è possibile.

Continua a leggere

Gay Pride Madrid

Dal 29 giugno al 4 luglio 2015 a Madrid si è svolta l’annuale edizione del Orgullo Gay.

Ormai per la città si tratta di un evento consueto, tanto che vi è anche un sito interamente dedicato all’evento: http://www.madridorgullo.com/

Ma partecipare al Pride madrileño per la prima volta lascia sensazioni ed emozioni che è difficile ignorare…

Continua a leggere

Blog, blogger inesperta, Novità nel blog

Ebbene sì, da oggi il blog ha una novità, si allarga ed ospiterà, a cadenza ovviamente irregolare, gli articoli e le riflessioni di una nuova autrice.

Continua a leggere