Modifiche al blog

Ecco qui la blogger inesperta che vi aggiorna sulle modifiche effettuate. Ve ne parlo per chiarire il motivo dei pochissimi post scritti ultimamente. Non voglio che pensiate che mi sono scordata di voi, cari i miei lettori, care le mie lettrici!

Ma quali sono state queste modifiche che, oltre a tenermi lontana dalla scrittura, mi hanno fatto sudare un bel po’ di camicie? Vi faccio un piccolo elenco e poi, punto per punto, vi spiego quello che ho dovuto fare per sistemare le cose:

  • Inserimento manuale delle immagini;
  • ricerca e cancellazione dei 200 articoli doppi;
  • ricerca e sistemazione dei collegamenti interrotti;
  • sistemazione delle categorie.

A tutto questo aggiungiamo il fatto che mi sono trovata a gestire il nuovo hosting SiteGround e il nuovo template Enfold; questo ha significato imparare ad utilizzare strumenti nuovi e sconosciuti.

Ma andiamo con ordine:

Eravamo rimasti alla perdita di tutte le immagini.

Bene, come potete vedere le ho ricaricate tutte. E sapete cosa ho dovuto fare per ricaricarle? Beh, ho dovuto cercare le immagini, sperando di averle ancora nella cartella del PC (in questo blog ci sono 1.323 articoli, ognuno con almeno un’immagine!); ho dovuto ridimensionarle, scalarle, ridurre il loro peso (ebbene sì, anche le immagini hanno un peso), rinominarle, inserire le etichette, controllare che tutto fosse a posto nell’articolo (perché io, ovviamente, ho sempre lavorato nel retrobottega, facendo la meccanica che si sporca di grasso per permettere a voi, miei cari lettori, di guidare una  vera e propria Ferrari). E tutto questo, un post alla volta, con pazienza certosina.

Doppioni di articoli e sistemazione permalink:

 SmartLine

Il blog con il precedente tema gratuito SmartLine Lite

Andando avanti col lavoro, mi sono resa conto che c’erano altri grossi guai di cui non mi ero accorta prima: il primo erano 200 articoli che, come per magia erano doppi: ho quindi dovuto cercare fra i titoli quale fosse l’articolo doppio da cancellare, lasciando quello corretto e verificando contemporaneamente i permalink. Se non sapete cosa sono i permalink, vi invito a guardare il titolo di questo articolo che trovate in alto nella barra  del browser e che copio qui: http://labottegadellestorie.org/aggiornamenti-modifiche-blog/; l’articolo doppio era scritto così: http://labottegadellestorie.org/aggiornamenti-modifiche-blog/-2. Quindi, oltre a cancellare il doppione, ho dovuto anche controllare, uno ad uno, tutti gli oltre 1.500 articoli (tanti erano diventati con i doppioni); ho dovuto anche controllare che i collegamenti interni fossero corretti e non rimandassero ad un articolo doppio che non esisteva più perché, nel frattempo, l’avevo cancellato.

Sistemazione delle categorie:

Questa è un’altra cosa che ho scoperto strada facendo: le categorie erano tutte sballate. Come sapete, le categorie sono fatte per permettere a chi legge di trovare facilmente quello che cerca. Diciamo che sono l’indice del blog (mentre le etichette sono un indice di secondo livello). Ebbene: ho inserito questo articolo nella categoria: blogging. Immaginate come mi sono sentita quando ho visto che le categorie avevano nomi tipo: blogging/privacy/letteratura.

A i u t o o o o ! ! ! !

Anche qui lavoro di fino, con calma e tanta (ma tanta) pazienza.

Per la mia sanità mentale ho verificato l’elenco degli articoli pubblicati, che conservo nel mio computer. E, già che c’ero, ho controllato il codice (per quel poco che ne so). Ho poi sistemato gli articoli da un punto di vista SEO, rendendoli cioè leggibili e chiari non solo a voi, ma anche ai motori di ricerca.

Per ora è tutto. Molto lavoro lo devo ancora fare, ma il blog è accessibile ed a me piace com’è venuto. In futuro, se continuerete a seguirmi, ne vederete delle belle. Per intanto, godetevi il blog: io ne sono estremamente orgogliosa e soddisfatta.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.