Ben Okri, un padre

I consigli di un padre

Figlio mio, mi rendo conto di quanto ti è accaduto. Altro deve ancora accadere. E altro ancora dopo di quello. Ricordati: passerà anche questa. Accadranno brutte cose, e anche belle cose. La tua vita sarà piena di sorprese. I miracoli accadono solo quando c’è stata sofferenza. Perciò assapora fino in fondo il tuo dolore. Non cercare di reprimerlo. Non cercare di evitarlo. Non sfuggirlo. Anch’esso è vita. È verità. Ma passerà infine, e il tempo coprirà l’amarezza di uno strato di miele. È così che va la vita.

Perciò vivi figlio mio, vivi con un fuoco inestinguibile. Fa’ sì che tutto quello che soffri adesso ti dia ogni ragione al mondo per dominare la tua vita e la tua arte. Vivi profondamente, pienamente. Sii impavido. Sii come una tartaruga: sviluppa un solido guscio che protegga il cuore forte. Sii come un’aquila: vola alto al di sopra del tuo dolore e porta lo stendardo e la meraviglia delle nostre vite ai quattro angoli del mondo. Costruisci la tua forza. È difficile seguire il proprio destino. La gente sarà sempre dalla tua parte senza saperlo. Nutrirà la tua anima. Non scordarti mai che anche la gente soffre, e lotta, allora sarai al sicuro nell’arte.

Ben Okri: “Un amore pericoloso”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.