carta blu per immigrati specializzati

Il giorno 8 agosto 2012 gli stranieri altamente qualificati potranno essere assunti al di fuori delle quote d’ingresso previste dal testo unico sull’immigrazione. questo grazie al recepimento, con un anno di ritardo, della direttiva UE 2009/50/CE relativa appunto alle condizioni di lavoro di questa tipologia di lavoratori. La direttiva è stata recepita con il decreto legislativo del 28 giugno 2012 n. 108 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 25 luglio.

Il possesso di un titolo di studio altamente qualificato e riconosciuto dal nostro paese (verificabile qui) permette al lavoratore di ottenere lo speciale permesso di soggiorno denominato carta blu.

Il lavoratore, per i primi due anni, potrà svolgere soltanto il tipo di lavoro per cui è stato assunto dall’estero. Potrà inoltre, ottenere la carta per lungosoggiornanti ed effettuare il ricongiungimento familiare.
Il possesso di un titolo di studio altamente qualificato e riconosciuto dal nostro paese (verificabile qui) permette al lavoratore di ottenere lo speciale permesso di soggiorno denominato carta blu.
Il lavoratore, per i primi due anni, potrà svolgere soltanto il tipo di lavoro per cui è stato assunto dall’estero. Potrà inoltre, ottenere la carta per lungosoggiornanti ed effettuare il ricongiungimento familiare.
Interessante anche sapere che la carta blu si può ottenere anche se si è in Italia per turismo o studio, purché in possesso dei requisiti di studio richiesti. Il datore di lavoro potrà assumere direttamente il lavoratore presente in Italia. Il reddito annuo minimo dovrà essere di almeno 25.500 euro, cioè il triplo dell’importo minimo previsto per l’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.