Cie in rivolta, Rivolta nel CPSA di Cagliari

Cie in rivolta:

In molti Centri di Identificazione ed espulsione (CIE) sono in corso rivolte da parte dei reclusi, (soprattutto tunisini) colpevoli soltanto di non aver un timbro nel passaporto. I centri sono conosciuti da anni per essere veri e propri lager, peggio delle carceri, con l’impossibilità per i detenuti, di comunicare con l’esterno. In questi giorni i migranti hanno ripreso la loro protesta a Trapani, Gradisca d’Isonzo, Modena e Bologna. Gabriele Del Grande (un giornalista vero) è riuscito ad avere anche delle foto. Potete trovarle qui.

A Bologna, invece, 150 attivisti provenienti dalle regioni vicine si sono arrampicati sulla cancellata, tentando di entrare nel Centro di Via Mattei.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.