Corte di Giustizia UE multa Italia

Corte di Giustizia Ue e tassa carta soggiorno

La corte di Giustizia Ue ha stabilito che è illegittimo per gli stati membri chiedere, ai cittadini di uno stato terzo che necessitino di carta per lungosoggiornanti, contribuzioni sproporzionate o esageratamente elevate rispetto alle contribuzioni richieste ai cittadini del proprio stato.

Il caso si riferisce in particolare alla situazione dei Paesi Bassi dove i cittadini di paesi terzi, per ottenere titoli di soggiorno, devono versare importi che vanno da 188 a 830 euro. La corte dichiara che, essendo l’importo più basso (188 euro) pari a 7 volte di più di quanto richiesto ai propri cittadini per il rinnovo del documento d’identità, si verifica una chiara disparità di trattamento che rischia di diventare “un ostacolo all’esercizio dei diritti conferiti dall’Unione”.
Speriamo che anche il nostro governo recepisca questa sentenza, modificando l’importo attualmente richiesto agli immigrati per richiesta e rinnovo del permesso di soggiorno.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.