decreto sui flussi

Da quando non mi occupo più di immigrazione per lavoro, seguo le notizie in modo saltuario. Da settembre poi, sono stata particolarmente impegnata nella riorganizzazione del blog che state leggendo. Per questo motivo scrivo solo ora a proposito del nuovo decreto flussi che, tanto per non smentire le italiche abitudini, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre 2014 (quello che riguarda l’immigrazione è sempre pubblicato, in gran segreto, a ferragosto o a Natale).

Qui intendo fare alcune considerazioni personali, non certo dare un’informazione con più di un mese di ritardo!

La prima notizia è che, anche se si parla di 17.850 lavoratori che entreranno in Italia, in realtà i nuovi ingressi sono soltanto 5.500; per gli altri so tratta di conversioni dei permessi di soggiorno.

Eh sì, perché, se uno studente che ha regolarmente completato il suo ciclo di studi vuole trovare lavoro, deve convertire il permesso di studio in permesso per lavoro e, per farlo, deve aspettare le quote d’ingresso.

Quello che mi ha colpita di più però, è stato lo spaventoso proliferare di moduli e moduletti che regolamentano ogni situazione. Per darvi un’idea, copio più sotto la parte relativa che si trova nel sito del Ministero dell’Interno:

  • Modelli A e B per i lavoratori di origine Italiana residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile,
  • Modello VA conversioni dei permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale in permesso di lavoro subordinato,
  • Modello VB conversioni dei permessi di soggiorno per lavoro stagionale in lavoro subordinato,
  • Modello Z conversione dei permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o Visto d'ingressoformazione professionale in lavoro autonomo,
  • Modello LS conversioni dei permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altro Stato membro dell’UE in permesso di lavoro subordinato,
  • Modello LS2 conversioni dei permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altro Stato membro dell’UE in lavoro autonomo,
  • Modello LS1 richiesta di Nulla Osta al lavoro domestico per stranieri in possesso di un permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo,
  • Modello BPS richiesta nominativa di nulla osta riservata all’assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali.

C’è da divertirsi, vero?  E per fortuna che si parla tanto di semplificazione amministrativa! Ma questa è una vera e propria giungla!

Ricordate Asterix E Le Dodici Fatiche? Il video qui sotto vi rinfrescherà la memoria! Che ne pensate?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.