nostro destino

Forse il nostro destino è quello di essere eternamente in cammino, rimpiangendo senza fine e desiderando con nostalgia, sempre assetati di riposo e sempre erranti.

Benedetto è infatti soltanto il cammino di cui non si conosce la meta e che nondimeno ci si ostina a seguire, tale la nostra marcia in questo momento attraverso l’oscurità e i pericoli senza sapere ciò che ci attende.
 

Stefan Zweig Il Candeliere sepolto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.