Dopo Erri de Luca

In occasione della giornata della memoria 2019, ripropongo la poesia “Dopo” di Erri de Luca tratta da Solo andata 

 

Non quelli dentro il bunker,

non quelli con le scorte alimentari, nessuno di città,

si salveranno indios, balti, masai,

beduini protetti dal vento, mongoli su cavalli,

e poi uno di Napoli nascosto nel Vesuvio,

e un ebreo avvolto in uno sciame di parole,

per tradizione illesi dentro fornaci ardenti,

Si salveranno più donne che uomini,

più pesci che mammiferi,

sparirà il rock and roll, resteranno le preghiere,

scomparirà il denaro, torneranno le conchiglie.

L’umanità sarà poca, meticcia, zingara

e andrà a piedi. Avrà per bottino la vita

la più grande ricchezza da trasmettere ai figli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.