secchi d'acqua

I secchi d’acqua è una fiaba albanese:

Come ogni giorno, tre donne stavano intorno alla fontana ad attingere l’acqua. Lì accanto si era fermato a riposare un vecchio signore che veniva da un villaggio lontano.
Disse una donna all’altra:
– Mio figlio è svelto e coraggioso.
– Il mio canta come un usignolo, disse la seconda.
La terza donna se ne stava in silenzio.
– Perché non ci dici qualcosa di tuo figlio? La sollecitarono le due donne.
– Che cosa c’è da dire? E’ un ragazzo come gli altri, non c’è niente di speciale in lui, rispose la donne.
Quando i secchi furono pieni d’acqua, le donne si avviarono verso casa e anche il vecchio si incamminò insieme a loro. A un tratto, corsero loro incontro i tre figli.
Il primo si mise a fare ripetuti salti con scioltezza e agilità. La madre sorrise orgogliosa.
Il secondo intonò una canzone con una voce melodiosa.
Anche sua madre sorrise orgogliosa.
Il terzo figlio corse dalla madre, prese i secchi pieni d’acqua dalle sue mani e si avviò verso casa. Le donne allora si rivolsero al vecchio:
– Che cosa ne pensi dei nostri figli?
– E dove sono? IO vedo solo un figlio, rispose l’uomo.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.