Il mio codice etico

Qui sotto pubblico il mio codice etico, firmato in vista delle elezioni regionali nel Veneto per il 2015, che mi impegno a rispettare se sarò eletta.

Codice etico di comportamento dei candidati de L’Altro Veneto. Ora Possiamo!

“Il primo passo nell’evoluzione dell’etica è un senso di solidarietà con altri esseri umani”

Principi generali

Il/la sottoscritto/a, in qualità di candidato/a, se eletto/a, nell’esercizio delle sue funzioni:

– perseguirà l’interesse generale senza perseguire alcun manifesto interesse personale, parentale o relazionale;

– garantirà un esercizio diligente, trasparente e motivato delle proprie funzioni;

– quando vi siano degli interessi personali diretti o indiretti nelle pratiche oggetto di esame da parte del consiglio o di un organo esecutivo s’impegnerà a dichiarare questi interessi prima della deliberazione e della votazione e si asterrà dal prendere parte a qualsiasi delibera o votazione che abbia come oggetto un interesse personale diretto o indiretto;

– si asterrà dall’esercitare cariche professionali, mandati o incarichi che suppongano un controllo sulle sue funzioni di eletta/o o che, secondo le sue funzioni di eletta/o, avrebbe il compito di controllare;

– si impegnerà a garantire una corretta e trasparente gestione del pubblico denaro;

– si impegnerà a prestare attenzione a quella parte di popolazione migrante senza diritto di voto, residente in Veneto.

Rapporti con i cittadini

In quanto eletta/o

– sarà responsabile per la durata del suo mandato nei confronti della popolazione locale nel suo complesso;

– agirà coerentemente con il mandato elettorale e quindi in base ai punti del programma elettorale;

– incoraggerà e svilupperà ogni provvedimento che favorisca la trasparenza delle sue competenze, dell’esercizio delle sue competenze e del funzionamento dei servizi di cui avrà responsabilità;

– risponderà diligentemente a qualsiasi richiesta dei cittadini relativa allo svolgimento del suo mandato;

– favorirà lo sviluppo e l’attuazione di forme di democrazia partecipata;

– si impegnerà a mantenere costanti rapporti con il territorio e con le assemblee, anche tramite luoghi di incontro virtuali;

– si impegnerà a promuovere comportamenti politicamente ed eticamente corretti all’interno della pubblica amministrazione, ispirati a principi di trasparenza, favorendo quindi l’accesso alle informazioni da parte delle/dei cittadine/i;

– si impegnerà a fare una comunicazione periodica alla cittadinanza attraverso Internet sulle azioni intraprese e sui lavori in corso, in modo da informare e attivare cittadini, associazioni, comitati interessati. Favorirà la formazione di ampi gruppi di lavoro sui temi di interesse per poter arrivare a decisioni partecipate. Gli stessi gruppi di lavoro potranno sollecitare gli eletti e le elette su determinati temi al fine di prendere decisioni più consapevoli e condivise.

Indennità di carica

La candidata/o, qualora venga eletta/o, si impegna a devolvere alla lista la quota della indennità e degli altri benefici economici derivanti dalla propria carica eccedente le proprie necessità. Tale contributo permetterà alla lista e a questo progetto politico di svolgere al meglio le sue funzioni.

Sulla base di scelte collegiali, una parte di quota potrà essere destinato a sostenere iniziative politiche/sociali/mutualistiche nei territori.

Si impegna a rendere disponibile online la rendicontazione delle somme devolute alla lista, con il dettaglio della loro destinazione.

Si impegna, in sede legislativa, a promuovere e favorire l’allineamento delle indennità agli standard europei.

Rapporti con i mass media

La candidata/o risponderà in maniera diligente, sincera e completa a qualsiasi richiesta d’informazione da parte dei mass media.

Incoraggerà e svilupperà ogni misura che vada a favore della diffusione, presso i mass media, di informazioni sulle sue competenze, sull’esercizio delle sue funzioni e sul funzionamento dell’apparato politico amministrativo.

Opererà per lo sviluppo di un sistema dell’informazione più democratico e trasparente.

Regole in campagna elettorale

La campagna elettorale sarà volta a diffondere e a spiegare il programma politico della lista L’altro Veneto Ora Possiamo, in collaborazione e sinergia con le altre candidate e gli altri candidati della lista; i mezzi saranno esclusivamente la persuasione e il convincimento.

In particolare il/la sottoscritto/a, in qualità di candidato/a:

– si asterrà dal cercare di ottenere suffragi con la diffamazione degli altri candidati, con la manipolazione nonché con la concessione di vantaggi o promesse di vantaggi;

– prende atto che non sono ammesse forme personali di propaganda a pagamento e che altresì non sono ammesse forme di finanziamento da qualunque parte provengano indirizzate e/o gestite dai singoli candidati e quindi tutti i finanziamenti devono convergere in una cassa comune, gestita da un gruppo di tesoreria;

– in merito all’ammontare delle spese elettorali si impegna ad osservare quanto sarà disposto e convenuto collegialmente dalla lista e dall’assemblea; attuerà inoltre tutti i provvedimenti necessari a rendere pubblica l’origine e l’importo degli introiti utilizzati durante la campagna elettorale, nonché la natura e l’importo delle spese.

Nel sottoscrivere il codice etico il candidato o la candidata fa contestuale dichiarazione di non avere o essere a conoscenze di personali pendenze giudiziarie penali, civili, fiscali (fatto salvi eventuali contestazioni per manifestazioni ambientaliste, sindacali o simili).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.