legge immigrazione, dispersi

È un periodo estremamente buio, quello che stiamo vivendo, in Italia e fuori. Richiedenti asilo sempre meno tutelati, bombe, più o meno intelligenti, sganciate allegramente come fossero caramelle, capi di stato impazziti che si minacciano l’un l’altro come fossero ancora bambini di due anni che giocano alla guerra…

Cominciamo con l’approvazione definitiva del decreto legge su richiedenti asilo ed immigrazione. È una pagina davvero brutta questa, scritta dal governo Gentiloni e dal parlamento tutto: siamo tornati ai tempi di Maroni, degli accordi con la Libia, delle leggi di contrasto all’immigrazione illegale e dei sindaci sceriffi. Non importa che quelle norme siano state sonoramente bocciate dall’Unione Europea (almeno in questo, che sia benedetta). Nel link che segue, potete leggere l’intervista a Lorenzo Trucco, presidente Asgi, che dichiara: I migranti non avranno gli stessi diritti degli altri e tutto ciò sarà codificato. Ciò significa che si sta creando una legislazione speciale dedicata ad una sola tipologia di persone, e questo è in palese violazione con quanto dichiara la nostra Costituzione in materia di parità di trattamento di tutte le persone. Prosegue Trucco: ci sono tanti modi per costruire muri: con il calcestruzzo o con le norme.

Ecco, noi ce la siamo presa con l’Ungheria di Orban, ma stiamo costruendo un muro di norme sempre più assurde, complesse e contorte, al punto che il centro studi della Camera ha rilevato profili di contrasto con la legislazione europea che siamo obbligati a rispettare. Non so se è chiaro, ma gli esperti del Centro Studi della Camera hanno fatto presente che alcune cose proprio non vanno, che sono contro alcune parti della normativa europea ed anche che non sono chiare in alcuni aspetti. Ma la legge è passata ugualmente.

#Iodiserto, a favore dei richiedenti asiloMa c’è qualcuno che si sta ribellando a questa legge assurda: sono gli operatori sociali che lavorano ogni giorno a fianco dei richiedenti asilo. Le modifiche normative li stanno trasformando in pubblici ufficiali e loro non accettano.

Sul versante dei morti solo nei primi mesi di questo 2017 sono morte nel Mediterraneo 663 persone, pari a 7 (sette!) al giorno. Ma pare non importi a nessuno: stampa e politica chiedono conto alle organizzazioni umanitarie del perché ne salvano così tanti, arrivando ad accusarle di collusione con gli scafisti.

E dato che i signori del mondo stanno riprendendo a giocare ai soldatini con le bombe atomiche, vi lascio con l’intervento di Gino Strada che trovate nel video qui sotto e che mi fa pensare a quello che ho scritto in precedenza a proposito della teoria di Chomsky.

amerikani terroristi – la manipolazione dell'informazione

Geplaatst door IO VI Spengo op vrijdag 7 april 2017

E buona riflessione a tutti e a tutte!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.