la vendetta, niente diritti umani, Maroni accordi Tunisia

Accordo con Tunisia ed Algeria: da oggi possibili le espulsioni di gruppo

Telegramma del Dipartimento pubblica sicurezza alle Questure che chiede di organizzare le scorte per i rimpatri. Maroni: “svolta nella politica della sicurezza”.

Possibili da oggi le espulsioni di gruppo per algerini e tunisini grazie ad un’intesa raggiunta dal Viminale con i governi dei due Paesi.
A darne notizia è stato un telegramma “urgente” alle Questure da parte della Direzione centrale dell’immigrazione del Dipartimento di pubblica sicurezza.
“A decorrere dal prossimo 12 luglio – si legge nel telegramma – questa direzione, in esito a specifiche intese raggiunte con le autorità diplomatiche tunisine e algerine, provvederà a organizzare, con cadenza giornaliera, il rimpatrio scortato di un elevato numero di cittadini provenienti da tali Paesi, destinatari di provvedimenti di espulsione dall’Italia e attualmente trattenuti presso diversi Cie nazionali”.
Nel telegramma si invitano inoltre i questori e i dirigenti degli uffici ad assicurare “fino a cessate esigenze, la massima disponibilità del personale dipendente, che sarà impiegato a vario titolo nell’ambito delle operazioni in argomento, con particolare riferimento a quello abilitato all’impiego in servizi di scorta a persone da rimpatriare”.
Per il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, l’accordo “segna una svolta nella politica della sicurezza”.
Maroni sottolinea che “l’effetto positivo del patto non è solo svuotare i Cie, bensì fissare un principio, quello di un provvedimento deterrente rispetto a nuovi possibili ingressi”.

Proprio un governo che rispetta i diritti umani!

Tratto da www.immigrazioneoggi.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.