Autobiografia, Festival dell'Autobiografia, programma 2012 Luasito Libera Università dell'Autobiografia, programma 2012 Lua

Per tutti gli appassionati di autobiografia e scrittura di sé pubblico qui sotto il programma 2016-2017 appena arrivato dalla Lua (Libera Università dell’Autobiografia). Buona lettura e buona scelta!

Si aprirà il 21 Gennaio la sedicesima edizione della Scuola di Scrittura Autobiografica e biografica ad Anghiari con il percorso Graphein, il cui secondo incontro sarà in Febbraio, al quale seguirà un anno ricco di attività formative e culturali.
Sono già iniziati, in questi giorni i percorsi del secondo anno, Morphosis-Mnemon, Ta eis Heauton, Epimeleia e Mimesis, si proseguirà in Marzo con la prima edizione di Byblos, la novità dell’anno della nostra Scuola, ideata da Duccio Demetrio, una proposta volta a favorire e a incoraggiare il desiderio di leggere, di ascoltare voci in lettura, di conoscere maggiormente scrittrici e scrittori del passato e del presente al fine di promuovere, al contempo, il piacere di scrivere di sé, un percorso rivolto a coloro che abbiano nel loro curriculum LUA almeno un corso avanzato.

Alcuni dei percorsi proseguiranno in Aprile, Giugno e Ottobre, mentre altri in Maggio. Sempre in Maggio si aprirà la stagione dei seminari, con Gianumberto Accinelli, entomologo, che dal 27 al 29 terrà un seminario dal titolo Storie di ordinaria entomologia. Il racconto di sé attraverso la natura.

In Giugno i primi Eremitaggi, momenti di scrittura dedicati alla meditazione autobiografica, a pratiche prolungate di silenzio, a momenti in cammino nella cornice paesaggistica di Monte Santa Maria Tiberina, un borgo umbro di rara suggestione non molto distante da Anghiari, dal 10 al 12 Giugno, mentre dal 17 al 19, a cura di Gilberto Bettinelli Da Anghiari verso La Verna, in cammino sui sentieri francescani.

L’estate della LUA si presenta ricca, con percorsi formativi intensi, che ampliano gli orizzonti delle pratiche autobiografiche attraverso tematiche specifiche.Anghiari
Dall’11 al 17 Luglio, nel centro visita della riserva Naturale dei Monti Rognosi ad Anghiari,  la Scuola Estiva di Econarrazione e Green Autobiography, che si prefigge di sensibilizzare i partecipanti alle pratiche, alle esperienze, ai valori nei quali la proposta culturale dell’Ecologia narrativa si riconosce. Questi spaziano dai temi concernenti il rapporto con la terra in riferimento alle manifestazioni del pensiero (mitico, religioso, filosofico, scientifico), alle attenzioni per come le donne e gli uomini l’abbiano raccontata e raccontino.

Dal 18 al 24 Luglio, la seconda edizione della Summer School: Narrazione, Scrittura, autobiografia e medicina diretta da Micaela Castiglioni, percorso che si prefigge di avvicinare i professionisti della cura che operano nei contesti medico-sanitari al paradigma narrativo e autobiografico, con la finalità di approfondire il possibile nesso tra narratività e medicina e le ricadute che la narrazione e l’approccio delle storie di vita possono avere sulla relazione sviluppata tra il medico, l’infermiere ecc., il paziente e i suoi familiari. La più ampia cornice nella quale si collocano i contributi dei vari docenti è quella delle Medical Humanities e della Medicina Narrativa.

Dal 1° al 7 Agosto l’ottava edizione della Settimana Estiva L’arte di raccontarsi – Vivere e allestire atelier autobiografici, diretta da Sara Moretti. Si tratta di una formazione intensiva e propedeutica, di scrittura e narrazione rivolta a educatori, psicologi, pedagogisti, insegnanti, laureandi interessati a sperimentare in prima persona la dimensione del laboratorio di autonarrazione. Lo scopo della settimana è inoltre quello di fornire ai partecipanti le indicazioni per introdurre e allestire nei propri contesti professionali brevi esperienze di laboratori di autonarrazione. La settimane è strutturata in modo da sperimentare a apprendere ogni giorno, nella dimensione laboratoriale, un tema diverso declinato nelle pratiche.

accademiasilenzio

Dal 28 al 31 agosto, a Campello sul Clitunno, la Scuola Estiva dell’Accademia del Silenzio che si prefigge la formazione di Esperti in educazione alla cultura e alle pratiche del silenzio, per una loro diffusione nel mondo della scuola, nelle comunità sociali e locali, nella vita personale e di relazione. Il suo intento mira a valorizzare l’importanza del silenzio per il benessere psicologico, per la creazione di momenti di condivisione non solo dedicati alla parola, per il miglioramento delle consuetudini e degli atteggiamenti mediante i quali ci rapportiamo alle bellezze artistiche, naturalistiche e del paesaggio.

A pochi chilometri, ad Anghiari dal 1° al 4 Settembre si svolgerà il sesto Festival dell’Autobiografia, un evento unico in Italia, non tanto nel genere, quanto nella volontà progettuale di far incontrare studiosi, artisti, esperti che hanno valorizzato le pratiche e le teorie della scrittura autobiografica e del racconto di sé con quanti lo abbiano sperimentato per desiderio personale e con quanti sono semplicemente incuriositi.
Partecipare ad entrambi gli eventi significa vivere una settimana tra Umbria e Toscana, dal silenzio all’espressione della storia di sé, manifestata in diversi ambiti culturali e con diversi linguaggi.
L’Accademia del silenzio, inoltre, propone la scuola invernale,  a Milano, a partire dal 17 febbraio,  una serie di incontri su I sensi del silenzio. Percezione, emozione, relazione.

Durante l’Estate altra proposta formativa della Lua è quella della Scuola estiva di narrazione educativa – a cura di Lucia Bianco e Duccio Demetrio, organizzata dal Gruppo Abele in collaborazione con la LUA, si terrà dal 24 al 30 luglio presso la Certosa 1515 di Avigliana (Torino) e vuole offrire, a chi già operi in campi in cui la narrazione e l’educazione hanno scopi professionali, di volontariato sociale o di esperienza genitoriale, un’opportunità didattica per un aggiornamento delle competenze pedagogiche e narratologiche.

Tra Settembre e fino a Novembre ancora alcuni seminari, dal diario all’autobiografia cognitiva, dai doni di famiglia agli approfondimenti su laboratori autobiografici, autoanalisi e scrittura, raccolta di storie, conduzione di gruppi, uso della voce, linguaggi estetici, improvvisazione teatrale. I seminari verranno approfonditi nelle successive newsletter, ma è già possibile prendere visione dei vari momenti all’interno del programma.

Dal 26 settembre  al 1 ottobre  Di me stesso. La “memoria permessa”: dalla scrittura di sé alla scena, curato da Giuseppe Di Leva e Andrea Merendelli, il seminario, giunto alla quinta edizione, si propone di avviare un nuovo filone nello studio e nella ricerca della scrittura teatrale, con il patrocinio della Scuola Paolo Grassi di Milano, del cui corso di drammaturgia, Giuseppe Di Leva è fondatore. Un’occasione di approfondimento per attori e semplici appassionati dei percorsi autobiografici che vogliano affrontare il lavoro di composizione/scrittura (e successiva messa in scena) della propria “storia di vita”. Partendo dalla lettura dell’autobiografia di Vladimir Majakovskij, si cerca di sviluppare un percorso individuale sulla scrittura di un’autobiografia per la scena: mettere in scena se stessi, con l’obiettivo di costruire e restituire al pubblico, al termine del seminario, la propria autobiografia teatrale.

È possibile approfondire il programma qui.

Libri di Duccio Demetrio

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.