prefetto cittadinanza, pacchetto sicurezza se ne va, matrimoinio regolarizza il soggiorno

Dal primo giugno 2012 la decisione sul rilascio della cittadinanza per matrimonio spetta al prefetto. Lo ha deciso la ministra Anna Maria Cancellieri con la direttiva del 7 marzo 2012. 

La concessione della cittadinanza per matrimonio non è discrezionale, come quella per residenza, ma automatica – salvo i casi di grave pericolo per la sicurezza dello Stato o falso matrimonio finalizzato, appunto, all’ottenimento della cittadinanza stessa.

Si ricorda che la la cittadinanza è regolamentata dalla legge n. 91 del 1992 (e successive modifiche) che prevede:
– che il matrimonio sia valido al momento della concessione della cittadinanza;
– che la domanda sia presentata dopo  3 anni dalla celebrazione del matrimonio, se residenti all’estero, o due se in Italia (nel caso di figli i tempi sono dimezzati).
Le prefetture stanno evadendo le prime pratiche, in modo più semplice e veloce.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.