Minacce libiche, Io sto con Medici senza Frontiere

A causa delle minacce libiche, la Ong Medici Senza Frontiere ha deciso di sospendere temporaneamente l’attività di ricerca e soccorso in mare.

A causa delle minacce libiche – il divieto alle Ong di accedere al largo delle sue coste per prestare soccorso ai migranti che rischiano di morire in mare – Medici senza Frontiere ha deciso di sospendere temporaneamente l’attività nella zona. La scelta è stata fatta anche in seguito all’allerta ricevuto dal Centro di Coordinamento del Soccorso Marittimo (Mrcc), di cui la Ong segue le indicazioni durante le attività di salvataggio. Secondo i responsabili del Mrcc c’è un rischio sicurezza legato alle minacce pronunciate dalla Guardia costiera libica.

Loris De Filippi, presidente di Msf, ha dichiarato

Se queste dichiarazioni verranno confermate e gli ordini attuati, vediamo due gravi conseguenze: ci saranno più morti in mare e più persone intrappolate in Libia. Se le navi umanitarie vengono spinte fuori dal Mediterraneo, ci saranno meno navi pronte a soccorrere le persone prima che anneghino. Chi non annegherà verrà intercettato e riportato in Libia, che sappiamo essere un luogo di assenza di legalità, detenzione arbitraria e violenza estrema.

È notizia di questi minuti che anche Save the Children potrebbe rinunciare all’attività di soccorso: stanno infatti valutando cosa fare, in base agli ultimi sviluppi.

Questo è solo l’ultimo di una serie di attacchi rivolti alle Ong, sia dal governo italiano (le accuse di collusione con gli scafisti, il pretendere che firmassero il codice di condotta e così via), sia dai libici ed è probabile che il risultato che si voleva fosse proprio questo: il progressivo allontanamento delle Ong da quel tratto di mare, per aver campo libero e nessun testimone scomodo.

Ne scrive anche il giornalista Fabrizio Gatti su L’Espresso esprimendo quello che è il pensiero di molti.

L’unica cosa che si può dire loro è

anche se voi vi sentite assolti, siete lo stesso coinvolti e la Storia vi giudicherà.

Per aiutare Medici senza frontiere si possono comprare le magliette di Worth Wearing100% buone cause.




Si tratta di una piattaforma online di fundraising che consente di realizzare gratuitamente T-shirt e gadget personalizzati per sostenere la propria attività. quella che vedete sotto è un esempio e riprende un disegno di Makkox.
Tutti prodotti sono fair trade, ecosostenibili e realizzati on demand per evitare sprechi.



0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.