pluto

Tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, uno dei temi più caldi a Vicenza e provincia riguarda Pluto.

Attenzione, però, perché, quando si parla di Pluto a Vicenza, ci si riferisce sempre a un sito statunitense che si trova a Longare, e, fino alla fine della guerra fredda, è servito allo stoccaggio sotterraneo di armamenti non convenzionali. Era un deposito, quindi, ma udite, udite, gli statunitensi ne vogliono fare una nuova base. La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, neppure i sindaci di Vicenza e Longare erano informati del fatto. Allora, per tranquillizzare gli animi, gli statunitensi hanno affermato che la base per ora non si può fare in quanto non ci sono i soldi.
Credo sia interessante vedere come sono cambiate le cose rispetto al 2007, quando non era ancora iniziata la costruzione della nuova base Dal Molin. In quell’occasione avevo preparato una presentazione con dati statistici recuperati da studi di esperti del settore. Ve la ripropongo qui sotto.

Ora la situazione è questa.

L’unica cosa che hanno ottenuto i vicentini, è il “Parco della Pace”.

Qui sotto le immagini relative alle basi Usa e Nato in Italia (e quindi anche quelle esistenti nel vicentino. Il video è stato realizzato prima della costruzione della base Dal Molin).

Tutti ricorderanno l’alluvione che ha devastato il vicentino nel 2010, ebbene, sembra che la presenza della base non sia estranea a ciò che successe. Non si era mai verificato prima, infatti, un’esondazione in quella zona della città.

Qui foto di come sarà la base Pluto (che dovrebbe diventare un centro di addestramento per l’esercito statunitense).

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.