Non sto buona, Rosana

Non mi devono dire

di stare buona.
Sono inquieta di nascita.
Non desidero
una pace scontata.
Voglio l’emozione di sopravvivere ai dolori.
Spegnere le luci
per valorizzare i sensi.
Spremere la frutta dei miei versi.
Coltivare
gli sguardi felici degli incontri.
Camminare nei sentieri
dimenticando di ritornare.

Non mi devono dire
di stare buona.
Sono affamata di vita.
Non desidero
che si raffreddi per saziarmi.
Voglio infinite puntate nel cuore.
Bagnarmi sotto la pioggia
per sentirmi parte dalla terra.
Comporre canzoni con fili di nostalgia
Incantare
le mie furie impreviste
ondeggiando le mie forze
dimenticando di partire.

Rosana Crispim da Costa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.