Ode a Samo, andreas kalvos

Ode a Samo

Coloro che si sen­tono addosso

la pesante bron­zea mano della paura

si ten­gano pure il giogo della schia­vitù;

vuole virtù e corag­gio

la libertà.

Fu lei a dare le ali ad Icaro

(ché il mito nasconde un seme di verità);

e se è vero che cadde,

l’alato, e che fu sof­fo­cato

dal mare,

cadde però dall’alto del cielo,

e morì libero.

Se mai dovessi diven­tare

preda senza onore di un tiranno, pensa bene

a quanto sarà atroce la tua tomba.

Andreas Kalvos

(tra­du­zione di Sveva Tedeschi)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.