Liceo Vasil Vazov, Recita Pirandello

Sono a Plovdiv da un mese e le mie giornate sono dense di impegni ed incontri.

La biblioteca in cui svolgo il tirocinio, la scorsa settimana ha presentato alcuni lavori fatti all’interno di un progetto relativo all’inclusione sociale di categorie deboli; sono stata invitata a parlare con gli universitari del quarto anno che studiano italiano e, infine, ho avuto il piacere di assistere ad una rappresentazione de: “La Giara” di Pirandello. Lo spettacolo è stato a cura dei ragazzi del liceo linguistico Ivan Vazov che studiano italiano (foto di copertina).

Nella foto che vedete qui sotto vedete alcuni dei lavori alla presentazione nella biblioteca Ivan Vazov, la principale della città.

 

 

Il mercoledì successivo sono stata all’università, a raccontare il mio percorso personale e lavorativo agli studenti del quarto anno. Per chi studia una lingua straniera, mi hanno spiegato i docenti, è importante poter conoscere personalmente un nativo ed interagire con lui.

Mi è stato chiesto anche di parlare del lavoro fatto con gli immigrati, ed ho così portato i libri Avanti il prossimo e Il sole non dimentica nessun villaggio. All’incontro hanno partecipato anche alcuni docenti che lo scorso anno avevano attuato dei progetti relativi alle migrazioni e al pregiudizio.

Dopo le vacanze pasquali sono previsti altri interventi con gli studenti di altre classi ed anche con quelli del liceo linguistico Ivan Vazov.

Gli stessi ragazzi che mi hanno regalato la sorpresa di assistere alla rappresentazione teatrale del racconto “La Giara” di Pirandello. Davvero molto bravi, loro e le insegnanti che li hanno diretti. Mi hanno colpita, in poco tempo e con pochi mezzi hanno imparato le parti, preparato i costumi e messo in scena lo spettacolo. E il loro italiano era davvero buono! Niente a che vedere con il mio inglese.

Per ora è tutto ma, come sempre, stay connected for other news!

(Visite 35 totali, 1 visite oggi)
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.