Festival dell'Autobiografia 2018

Il tema dell’ottava edizione del Festival dell’Autobiografia 2018 in programma ad Anghiari da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre sarà “Vivere e scrivere il tempo”.

Si è svolta questa mattina nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Pretorio ad Anghiari la conferenza stampa di presentazione del Festival dell’Autobiografia 2018 che si svolgerà ad Anghiari (in provincia di Arezzo) da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre. L’evento è così come ogni anno organizzato dalla Libera Università dell’Autobiografia, con il patrocinio della Regione Toscana e di Anghiari Comune e con il contributo della Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo. All’incontro sono intervenuti il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri ed il fondatore della Libera Università dell’Autobiografia Duccio Demetrio.
Nella conferenza stampa è stato svelato il programma del prestigioso Festival che quest’anno vivrà la sua 8° edizione e che sarà incentrato sul tema “Vivere e scrivere il tempo”. La manifestazione si aprirà venerdì 31 agosto alle ore 15:00 al Teatro di Anghiari e si chiuderà domenica 2 settembre alle ore 13:00 sempre all’interno del Teatro. Il weekend sarà intenso e ricco di momenti interessanti che avranno come scenario anche gli scorci più affascinanti del centro storico di Anghiari.
Ricco e di grande qualità, così come da tradizione, il programma della manifestazione che si aprirà venerdì 31 agosto alle ore 15:00 all’interno del Teatro di Anghiari. Nella prima giornata spiccano tra i tanti appuntamenti quello dedicato a “Tempo, filosofia e scrittura di sé” con Salvatore Natoli ed “Il tempo nel pensiero poetante” con Antonio Prete, oltre ad una performance al pianoforte di Emanuele Ferrari.
Intensa ed interessante anche la giornata di sabato 1 settembre che comincerà alle 9:00 all’interno del Teatro con “Tempo e letteratura” insieme allo scrittore e collaboratore di Repubblica Paolo Di Paolo. La mattinata si chiuderà alle 13:00 con i “Laboratori di scrittura in cammino per le strade di Anghiari”, brevi percorsi con soste di scrittura per il borgo antico. Nel pomeriggio “libri, ricerche ed esperienze ai tavolini dei caffè con autori e autrici” negli scorci più affascinanti e caratteristici del paese tiberino a partire dalle 18:00, in serata invece a Teatro “MemoriaControErosione, il cibo nella valigia” di Andrea Merendelli e Effetto K.
Il programma si chiuderà domenica mattina sempre in Teatro con gli attesi momenti dei premi: alle 9:00 quello dedicato alla sezione studi e ricerche poi alle 12:00 il Premio Città dell’Autobiografia 2018 a Eugenio Borgna (psichiatra di fama mondiale, ma anche docente all’Università degli Studi di Milano) e il Premio per la saggistica letteraria per Antonio Prete (critico letterario, professore universitario e scrittore).

Le dichiarazioni sul Festival dell’Autobiografia 2018

Duccio Demetrio (fondatore Libera Università dell’Autobiografia). “Abbiamo scelto il tempo come tema dell’8° edizione del Festival, perché è la più importante dimensione del nostro scrivere quando raccontiamo la nostra storia e la nostra vita. La cultura autobiografica consiste anche nel recuperare il senso della storia senza dimenticarla e questo vogliamo portare avanti con il nostro impegno ed il nostro lavoro. Di assoluto prestigio le figure dei due premiati: Eugenio Borgna che è uno dei più grandi psichiatri della nostra nazione e che ha dedicato la sua vita, anche proponendo momenti di scrittura e di narrazione, a coloro che versano nel dolore della malattia mentale ed Antonio Prete che è il più grande studioso in Italia di Leopardi, al quale dobbiamo degli scritti straordinari sulla filosofia della poesia. Abbiamo un numero elevato di iscritti a questa 8° edizione del Festival ed è bello che gli allievi che seguono le nostre iniziative tornino ad Anghiari condividendo le rispettive esperienze. Il compito della Libera è diffondere il sapere, la cultura e le tecniche autobiografiche un po’ ovunque ed Anghiari diventa punto di riferimento in quanto Città dell’Autobiografia”.
Alessandro Polcri (Sindaco di Anghiari). “Il Festival dell’Autobiografia è giunto all’8° edizione e punta come sempre l’attenzione sulla scrittura di sé stessi partendo quest’anno dall’importante tema vivere e scrivere il tempo. La manifestazione è entrata nel tessuto sociale anghiarese e contribuisce a far conoscere il nostro meraviglioso paese in tutta Italia, grazie ai corsi annuali ed al Festival, che rappresenta il momento clou di questo percorso. Ringrazio la Libera Università dell’Autobiografia per l’organizzazione dell’evento e per l’importante lavoro che porta avanti ogni anno ed invito tutti ad Anghiari per assistere a questa edizione”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.