profughi lasciamoli morire, vertice francese

Sì, i profughi lasciamoli morire a casa loro (per mano dei tagliagole libici, nigerini e ciadiani), questo è, tradotto dal politichese, il risultato del vertice del 28 agosto in Francia. Insieme a Italia, Francia, Germania e Spagna, c’erano i presidenti del Niger e del Ciad oltre al libico Fayez al-Sarraj e a Federica Mogherini, in rappresentanza dell’Unione Europea.

Come accade ultimamente, il racconto di quanto avviene durante i vertici è rovesciato: la narrazione è il contrario di quello che è stato stabilito. E quindi la vittoria del nostro Signore delle Spie Marco Minniti (come l’ha definito il New York Times), in realtà si traduce con: i profughi lasciamoli morire a casa loro – Lontano dagli occhi, lontano dal cuore, come si suol dire. È risaputo, infatti, che la cosiddetta guardia costiera libica è formata da bande, ne avevo già scritto ed ora c’è qualcuno (Associated Press e Reuters) molto più autorevole di me che ne parla.

Vignetta di Mauro BianiQuello che è certo è che l’Europa è completamente fallita e che con queste scelte si volta le spalle alla Costituzione e a tutte le legislazioni nazionali ed internazionali in materia.

  • Si vuole bloccare chi fugge direttamente nel proprio paese prima ancora che le persone arrivino in Libia;
  • si intende verificare in Libia chi ha diritto d’asilo (Paese che non ha aderito alla Convenzione di Ginevra!);
  • si intende dividere chi fugge dalla fame da chi fugge dalle guerre: i primi saranno rimandati al loro paese, i secondi in Libia.

La vignetta è del grandissimo Mauro Biani che, come sempre, dice tutto in pochi tratti.

Ed a questo punto, scusate, ma sono troppo triste arrabbiata ed anche indignata per aggiungere altro, per oggi basta così. C’è posto soltanto per due citazioni di Antonio Gramsci:

Quello che accade, accade non tanto perché una minoranza vuole che accada, quanto piuttosto perché la gran parte dei cittadini ha rinunciato alle sue responsabilità e ha lasciato che le cose accadessero.

e quindi:

Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza;

Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo;

organizzatevi perché avremo bisogno di tutta la vostra forza.

Antonio Gramsci

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.