Ci sono giorni che filano il tempo

Ecco, stamattina mi sono svegliata con queste parole in mente, brandelli di ricordi di un sogno scomparso. Le condivido con voi, buona giornata!

Ricordi anghiaresi

Rovistando fra le carte ho trovato l’autopresentazione fatta dieci anni fa per iscrivermi al corso Graphein. Per chi non lo sapesse, per iscriversi alla scuola triennale della Libera Università dell’Autobiografia, è necessario preparare un curriculum e un’autopresentazione.

Ne è passata di acqua sotto i ponti!

Continua a leggere

Contare le nuvole

Dedicato a tutti coloro che dicono: Hai sempre la testa fra le nuvole, devi stare con i piedi per terra e simili… Io la penso così, e voi?

Continua a leggere

Padrino, padre mio

È un’ora che sono qui ad aspettare l’uomo che amo come un padre anche se mi è solo padrino. La mia amica (la sua “vera” figlia) non lo può sopportare e, ogni volta che la vedo, non fa che ripetermi il suo odio per quell’uomo impossibile. Ma eccolo che arriva! Sulle spalle una pesantissima sacca carica dei frutti del suo piccolo orto: da noi è difficile tenere un orto perché non piove per tutta l’estate. Continua a leggere

Non svegliare Joao

Se passi per San Paolo non fare rumore: potresti svegliare Joao. Continua a leggere