Articoli

Contratto di soggiorno

Accordi tra uffici, snellimento burocratico e dati statistici del vicentino:

Una recente nota ministeriale ha finalmente mandato in soffitta il contratto di soggiorno. Un documento che il datore di lavoro doveva compilare e inviare tramite raccomandata con ricevuta di ritorno allo sportello Unico Immigrazione della Prefettura, impegnandosi a garantire l’alloggio e le spese di rimpatrio del lavoratore.

Continua a leggere

Poste: niente case agli immigrati

 

Come anticipato nei giorni scorsi, il contratto di soggiorno non è più un documento obbligatorio, è stato infatti sostituito dal modello “Unificato Lav”, nell’ambito delle procedure di semplificazione amministrativa. Come si può vedere qui il contratto di soggiorno mod. Q è tuttora richiesto, nonostante si sapesse già dal mese di maggio che pian, piano il mod. Q sarebbe stato sostituito. Continua a leggere

Il contratto di soggiorno

Il contratto di soggiorno era previsto dalla cosiddetta legge Bossi-Fini. In pratica il datore di lavoro doveva compilare un modulo supplementare da spedire alla Prefettura competente per territorio.

Continua a leggere

Il contratto di soggiorno

A differenza di cittadini italiani, gli immigrati devono essere assunti con il contratto di soggiorno. Di cosa si tratta? Quale legge lo ha istituito? Chi è obbligato ad utilizzarlo?

In questo articolo se ne indicheranno le modalità di utilizzo.

Continua a leggere