Articoli

Renzi, canada dice no, F35, volare meglio di no, Armi e finanziaria

Ieri 13 dicembre avevo scritto sull’approvazione della legge cosiddetta Di Paola, dal nome del ministro che l’ha sponsorizzata, relativa alla difesa. Nei mesi scorsi le associazioni pacifiste hanno fatto pressione perché la legge non fosse approvata, perché si rinunciasse all’acquisto dei costosissimi e malandati F35, ma senza successo. Continua a leggere

F35

La campagna contro gli F-35, forte del sostegno ricevuto in questi mesi, rinnova l’invito a ripensare l’acquisto dei cacciabombardieri F-35: una scelta costosa ed inutile che bloccherà diversi miliardi di euro in più anni mentre ai cittadini si chiedono sacrifici nel campo del welfare, della scuola, della sanità. Rilasciati dati aggiornati su costi e sprechi del caccia e sui tagli “leggeri” che il comparto militare subisce dalla spending review e dall’ipotizzata “riforma” proposta dal Ministro Di Paola. Continua a leggere

Centodonneinbici

Centodonneinbici quest’anno va a Cameri, vicino a Novara per un nuovo cicloviaggio all’insegna della nonviolenza. Milano-Novara, 26-27 Maggio, “Taglia le ali alle armi”. Il cicloviaggio 2012 si propone di sostenere la Campagna “Taglia le ali alle armi” promossa da Sbilanciamoci!, Tavola della Pace e Rete Italiana per il Disarmo, con il sostegno di Unimondo, GrilloNews e Science for Peace, che chiede al Governo Italiano di non procedere all’acquisto di 131 cacciabombardieri Joint Strike Fighter F-35. Continua a leggere

F 35 ciofeca

Finalmente anche i telegiornali, seguendo l’esempio di ieri del quotidiano Repubblica, hanno iniziato a interessarsi degli F35 e del loro costo spropositato. Ma il merito maggiore lo dobbiamo sicuramente ad “Altreconomia” che ha pubblicato un’inchiesta, lo dobbiamo poi a quel piccolo prete che risponde al nome di Padre Alex Zanotelli, che da anni lavora per costruire un mondo di pace e che è alla base del successo del movimento referendario per l’acqua pubblica. Continua a leggere

Renzi, canada dice no, F35, volare meglio di no, Armi e finanziaria

Armi e finanziaria: in questi giorni ferve il dibattito sul nuovo decreto approvato dal governo Monti, tutti cercano di capire e quantificare quanto la manovra costerà ad ogni cittadino.

C’è un settore però che non è stato toccato da tagli di sorta: le spese militari.

Continua a leggere