Tsipras su chiusura banche, elezioni Grecia

Tsipras su chiusura banche e borsa

Ecco il discorso di Tsipras ai greci per spiegare le motivazioni che hanno spinto il governo a chiudere le banche e la borsa per una settimana. Dobbiamo seriamente riflettere sullo strapotere dell’economia e della finanza, che stanno pericolosamente prendendo il posto della politica. I banchieri non sono stati eletti da nessuno e non fanno gli interessi dei cittadini, ma delle banche.

Credo sia necessario riflettere sulla Costituzione Europea il cui art. 3 recita:

3. L’Unione si adopera per lo sviluppo sostenibile dell’Europa, basato su una crescita economica equilibrata e sulla stabilità dei prezzi, su un’economia sociale di mercato fortemente competitiva […]

Se all’art. 3 mettiamo la stabilità dei prezzi e la competizione del mercato, forse non siamo partiti col piede giusto e dobbiamo ripensare un po’ di cose. Voi che ne dite?

Qui sotto l’intervento di Tsipras:

La decisione dell’Eurogruppo ha portato la Bce a trattenere l’aumento delle liquidità per le banche greche costringendo la Banca centrale ellenica a imporre la chiusura degli istituti di credito e limiti ai prelievi presso gli sportelli Bancomat. È più che evidente che questa decisione non ha altro scopo se non quello di ricattare la volontà del popolo greco e ostacolare lo svolgimento democratico del referendum. Ma non ci riusciranno: questo causerà anzi l’effetto contrario.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.