prefetto cittadinanza, pacchetto sicurezza se ne va, matrimoinio regolarizza il soggiorno

Un’altra bellissima notizia in questa estate in cui i giornalisti non possono entrare nei Cie (Centri di Identificazione ed Espulsione), in cui 50000 persone, fuggite da una guerra hanno provocato paure assurde, in cui il diritto in Italia continua ad essere minacciato…

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo l’articolo (n. 1, comma 15) del pacchetto sicurezza (modificato dall’art. 1, comma 15, della legge 15 luglio 2009, n. 94) che vieta il matrimonio agli immigrati privi del permesso di soggiorno. In particolare i giudici sostengono che si tratti di  “uno strumento non idoneo ad assicurare un ragionevole e proporzionato bilanciamento dei diversi interessi coinvolti nella presente ipotesi, specie ove si consideri che il decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) già disciplina alcuni istituti volti a contrastare i cosiddetti “matrimoni di comodo“. ci sono già, cioè, articoli di legge che sanzionano i matrimoni fasulli.

Il diritto al matrimonio è un diritto soggettivo, fa parte cioè dei diritti inviolabili e  fondamentali della persona.
Un po’ alla volta il pacchetto sicurezza se ne va.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.